[...] sott'o suror anema cheta
fa pantan e fet [...] Enzo Avitabile, a' pest'

L’umiliazione; il trattare sistematicamente dall’alto, cioè l’abituare chi è in difficoltà all’essere trattati dall’alto, è uno degli strumenti di coercizione in mano agli impotenti.

E’ il potere degli impotenti. Non è il potere che va combattuto; ma gli impotenti che lo usano per dare un senso al proprio esistere.

Dimenticano, però, che chi è abituato al disequilibrio, al doversi accontentare, alla fleissibilità estrema, al dover digerire molti aspetti della propria vita, ha molto meno da perdere rispetto a loro in tema di sicurezza e stabilità.

Ecco perché la reazione, il ribaltamento delle situazioni a cui loro non sono abituati, la rivoluzione, in definitiva, per quanto piccola è la sola azione da compiere.

E quando la sentiranno arrivare avranno paura.