Non amo particolarmente il teatro di narrazione; l’ho studiato, lo pratico, talvolta lo insegno eppure non ne subisco il fascino. Per me la narrazione è sempre stato uno strumento per avvicinarmi alla drammaturgia, l’ho sempre vissuta come momento “altro” della mia vita, anche professionale. Sono un attore, un regista, un autore, un pedagogo, quello che vuoi…che ogni tanto si occupa di narrazione, a margine, perché sta “cercando” qualcosa.

Quel “qualcosa” è spesso, e lo è anche in questo caso, il grado zero del teatro; quella sensazione di aver voglia di dire qualcosa, avere di fronte chi ha voglia di ascoltare qualcosa, e trovarsi li sul momento a costruire la relazione, a cercare gli strumenti, e se vuoi le parole, perché questo “qualcosa” che è desiderio comune passi dall’uno all’altro.

E’ stato così per anni con Cicuta! Una apologia di Socrate, è in buona parte così con Moby Dick Blues e lo sarà ancora di più con Jastemma.

In queste circostanze sono io, con la mia biografia, senza una maschera a farmi da alibi e senza una struttura reale a farmi da paracadute, a stare davanti ad altre persone; un desiderio di nudità ed intimità di cui sono innamorato. Perché i desideri si possono amare, e quando si amano troppo, diventano vizi.

Ecco; il mio nuovo compagno di viaggio, il mio cortellino svizzero da potermi portare sempre in tasca, si chiama Jastemma e questo post serve esclusivamente a dirvi che è nato e non vede l’ora di incontrarvi.

Jastemma
Tre fatti e due canzoni di poco conto.

di e con
Francesco Chiantese

vagamente ispirato a
– De arte venandi cum avibus, Federico II di Svevia
– Un paio di occhiali, Anna Maria Ortese
– Yossl Rakover si rivolge a Dio, Zvi Kolitz

Nei prossimi mesi ci saranno una serie di “anteprime” che permetteranno il rodaggio di questo mio nuovo lavoro solista; più di tutte amerò l’anteprima che faremo ad Aversa (CE) nei primi giorni di maggio perché la terrò principalmente in lingua napoletana, perché è in quella lingua che questo lavoro è stato “sognato” e, per una volta, a tutti gli altri toccherà una traduzione in italiano. Laddove possibile cercherò, come sempre, di avere ospiti che giochino in scena con me e con il pubblico.

Presto altri dettagli.

 

Annunci